MISSIONI SPAZIALI

Stampa 3D e compositi per costruire i robot dello spazio

Un progetto nato in Svizzera dovrebbe fornire nuove opportunità per l'esplorazione di asteroidi

La società di ingegneria svizzera Scheurer Swiss GmbH, nota per la sua esperienza di lunga data con le tecnologie dei compositi in fibra, sostiene il progetto "SpaceHopper" del Politecnico federale di Zurigo, stampando componenti di robot rinforzati con carbonio e utilizzando la sua vasta rete per collegare il team di progetto con altre aziende.

Il rivoluzionario robot a tre gambe è progettato specificamente per la locomozione controllata a gravità zero e dovrebbe fornire nuove opportunità per l'esplorazione di asteroidi. Dopo soli otto mesi di sviluppo, il primo prototipo è stato presentato con successo a fine maggio.

L'ambiente difficile e privo di peso dei piccoli corpi astronomici richiede una nuova, unica soluzione di ricerca. Il progetto di robotica "SpaceHopper" sostenuto da Scheurer Swiss intende andare in questa direzione.

Con il supporto di ricercatori ed esperti dell'industria e dell'edilizia leggera, i dieci ingegneri in erba di ETH Zurigo e ZHAW hanno sviluppato e costruito la rivoluzionaria piattaforma di mobilità: un robot saltellante a tre gambe con componenti rinforzati in carbonio (realizzati con una stampante 3D), leggero e stabile e con un design ottimizzato per salti a bassa gravità.

"Una delle sfide era rendere le gambe il ​​più sottili possibile per ridurre al minimo il peso complessivo del robot. Tuttavia, devono resistere alle forze dell'impatto rimbalzante", spiega il progettista meccanico, Emma Steinke, e sottolinea: " Siamo lieti di avere Scheurer Swiss al nostro fianco come esperto di design leggero.La competenza nelle tecnologie all'avanguardia in fibra composito e stampa 3D, nonché l'ampia rete di Scheurer Swiss sono stati molto preziosi per noi e hanno contribuito al successo del nostro progetto fin dall'inizio."

Il CEO di Scheurer Swiss, Dominik Scheurer, dichiara: "La stampa 3D rinforzata con carbonio è ideale per i componenti robotici perché è possibile produrre praticamente qualsiasi forma.I corpi cavi, come le gambe del robot, possono essere dotati di strutture di supporto per stabilizzarli senza appesantirli inutilmente. La manifattura additiva è il processo di produzione ideale per questo ed è molto conveniente".

Vai al sito e leggi la news completa (in inglese)

 

Iscriviti alla newsletter
Diventa nostro Sponsor
Area Aziende

I nostri sponsor
I nostri partner
Partner istituzionali
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche