INNOVAZIONE

I compositi pultrusi materiali del futuro nelle città 5G

Per realizzare il potenziale delle reti mobili di prossima generazione 5G, nelle città affamate di dati, sarà necessaria una fitta rete di piccole celle 5G, che offrirà opportunità per l'utilizzo dei compositi pultrusi nei radom e nelle stazioni base 5G

Molte direttrici per lo sviluppo dei materiali compositi, come l'elevata resistenza, la leggerezza e la libertà di progettazione, sono ben consolidati, ma un fattore emergente che favorirà una loro ulteriore adozione è la trasparenza dei segnali a radiofrequenza (RF), secondo un nuovo rapporto della European Pultrusion Technology Association (EPTA).

Per realizzare il potenziale delle reti mobili di prossima generazione 5G, nelle città affamate di dati, sarà necessaria una fitta rete di piccole celle 5G, che offrirà opportunità per l'utilizzo dei compositi pultrusi nei radom e nelle stazioni base 5G, nonché si abbinerà alla realizzazione di pali di illuminazione intelligenti.

Saranno inoltre necessari nuovi materiali che offrono una perdita di segnale 5G inferiore rispetto ai materiali da costruzione tradizionali per fornire servizi 5G affidabili all'interno dell'edificio.

Il briefing del settore EPTA, Un ruolo più ampio per i compositi pultrusi nelle città 5G, illustrerà come il lancio del 5G favorirà una maggiore adozione di materiali compositi nelle infrastrutture urbane.

Archiviato in: Pultrusione
Diventa nostro Sponsor
Area Aziende

I nostri sponsor
I nostri partner
Partner istituzionali
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche