EDILIZIA

Compositi pultrusi, un futuro negli edifici ad alta efficienza energetica

Un nuovo briefing della European Pultrusion Technology Association (EPTA) ha approfondito le possibilità per i materiali compositi di migliorare le prestazioni termiche di una struttura edilizia

Gli edifici sono responsabili di circa il 40% di tutto il consumo energetico e del 36% delle emissioni di CO2 nell'UE. Il miglioramento della loro efficienza energetica ha quindi un ruolo chiave nel raggiungimento dell'ambizioso obiettivo della neutralità del carbonio entro il 2050 stabilito nel Green Deal europeo.

Un nuovo briefing della European Pultrusion Technology Association (EPTA) ha approfondito le possibilità per i materiali compositi di migliorare le prestazioni termiche di una struttura edilizia per soddisfare normative sempre più rigorose sull'efficienza energetica. Il rapporto EPTA, "Opportunità per compositi pultrusi in edifici ad alta efficienza energetica", spiega come i profili pultrusi offrono soluzioni durevoli e a bassa manutenzione che possono aiutare a ridurre le emissioni di carbonio sia operative che incorporate in applicazioni tra cui finestre a risparmio energetico, connettori a taglio termico e pannelli solari, sistemi di schermatura e rivestimento.

"Con la crescita economica e demografica, la domanda di energia è destinata ad aumentare rendendo le misure di efficienza energetica ancora più critiche", commenta il dottor Elmar Witten, segretario dell'EPTA. “Le normative e gli standard continueranno a spingere verso valori U più bassi per gli elementi da costruzione, guidando l'uso maggiore di materiali e design che riducono al minimo le emissioni di carbonio. I profili pultrusi offrono una valida combinazione di proprietà per i progettisti di edifici ad alta efficienza energetica: bassa conduttività termica per ridurre al minimo i ponti termici, insieme a eccellenti prestazioni meccaniche, durata e libertà di progettazione.“

Si stima che oggi circa il 75% del patrimonio edilizio dell'UE sia inefficiente dal punto di vista energetico, il che significa che gran parte dell'energia utilizzata va sprecata. Questa perdita di energia può essere ridotta al minimo migliorando gli edifici esistenti e cercando soluzioni intelligenti e materiali efficienti dal punto di vista energetico per le nuove costruzioni. Le aree di interesse includono il miglioramento dei sistemi di vetratura, un migliore isolamento dei componenti dell'involucro e la riduzione degli aumenti di calore indesiderati. La bassa conduttività termica dei compositi viene sfruttata in componenti e strutture che aiutano a ridurre al minimo l'energia necessaria per il condizionamento degli spazi.

Il composito in fibra di vetro è il materiale selezionato per i sistemi di finestre premium che offrono prestazioni complessive superiori alle alternative in legno, PVC e alluminio. I telai pultrusi possono garantire una durata di 50 o più anni con requisiti di manutenzione minimi e limitare i ponti termici, consentendo un minore trasferimento di calore attraverso il telaio e riducendo i successivi problemi di condensa e muffa. I profili pultrusi rimangono dimensionalmente stabili e resistenti anche a temperature estreme calde e fredde, e si espandono e si contraggono alla stessa velocità del vetro, con conseguente minore possibilità di danni. I sistemi di finestre pultruse con valori U molto bassi offrono significativi risparmi energetici e sui costi.

Leggi di più 

Archiviato in: Compositi per edilizia
Iscriviti alla newsletter
Diventa nostro Sponsor
Area Aziende

I nostri sponsor
I nostri partner
Partner istituzionali
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche